I lidi ravennati sono nove, ognuno con le sue caratteristiche e ognuno diverso (e ognuno in fondo perso dentro i fatti suoi…). Per chi gira con bimbi ce n’è un po’ per tutti i gusti.

Lido di Savio e Lido di Classe

I lidi dell’estremo sud (Lido di Savio, Lido di Classe) sono sicuramente i più tranquilli, però questi sono i lidi meglio collegati “a lungo raggio” con Milano, Venezia, Cattolica e non solo. La spiaggia è più corta rispetto ai lidi nord, ma ci sono una cinquantina di stabilimenti in tutto e molti hanno giochi per bimbi e tutto quello che occorre. Anche gli hotel sono molto votati alle famiglie e molti eventi sono pensati per i bimbi. Se poi i bimbi sono più grandicelli si può deviare in poco tempo verso Mirabilandia, anche con bus dalla stazione di Lido di Classe / Lido di Savio. Dal Centro Visite Cubo Magico Bevanella partono escursioni in barca e bicicletta in mezzo alla natura, moooolto adatte anche ai piccoli.

Lido di Dante

Appena meno a sud si trova Lido di Dante, il più piccolo e uno dei più incontaminati. È bello farci un giro con i bimbi, anche in inverno, data la vicinanza della pineta di Classe e delle foci del Bevano. La pineta Ramazzotti, colpita da un grave incendio un paio d’anni fa, è ora un luogo molto suggestivo ed educativo. Far capire le conseguenze di un incendio è argomento serio e non semplice, ma i germogli verdi in mezzo alla cenere sono – in un certo senso – un bel finale per la storia.

Lido Adriano

Lido Adriano negli anni si è trasformato in vero e proprio paesino, delizioso e molto frequentato anche d’inverno. Ha diverse strutture, anche se un po’ datate, ma di sicuro ha begli spazi per i bambini. La spiaggia è corta e può essere un po’ affollata in alta stagione.

Punta Marina Terme

Punta Marina Terme ha tanti stabilimenti belli e un bel parco giochi in fondo al viale principale (viale dei Navigatori). Il parco è sabbioso quindi di certo ci si impolvera. Ogni tanto ci sono eventi musicali o piccole sagre e si possono passare piacevoli serate sotto i pini mentre i bambini possono giocare lì vicino e abbastanza sicuri (il parco è circondato da una staccionata, non ermetica ma come confine naturale funziona). Il viale dei Navigatori ha negozi, gelaterie e ristoranti. Alcune sere in estate è chiuso per il mercato. Si passeggia bene e tranquilli, però non si possono “smollare” i bimbi perché anche se il marciapiede è grande il viale è trafficato.

Marina di Ravenna

Marina di Ravenna ha un viale molto carino con locali e negozi. Piazza Dora Markus e Marinara forse sono i luoghi più adatti ai bambini, con giochi, animazione, musica. Più avanti anche la zona del faro e del molo Dalmazia sono molto belli per passeggiate, soprattutto serali (occhio alle zanzare però!). Con il porto pieno di barche sulla destra e il passaggio di navi commerciali, anche molto grandi, o di navi da crociera sulla sinistra, è il paradiso dei bimbi fissati con i grandi mezzi di trasporto (ovvero quasi tutti!). Si può camminare in libertà, stando ovviamente attenti a non passare la linea gialla.

Porto Corsini

Trai lidi nord c’è prima Porto Corsini, uno dei lidi più antichi, paesino carino e portuale, forse meno rinomato per le spiagge rispetto agli altri. Tuttavia è molto bella la duna bassa, dove giocano spesso bambini e ragazzi. Il parco giochi, con la pista della macchine a gettone, tipo go-kart, è sempre molto divertente. Area camper grande e servita (163 piazzole, di cui 11 con energia elettrica). Il traghetto che collega Porto Corsini e Marina di Ravenna non solo è carino e rapido, ma è anche un bel modo per aggirare il canale senza usare la macchina. I bambini si divertono sempre tantissimo.

Marina Romea

Marina Romea ha una bella pineta, tanti stabilimenti grandi e molto attrezzati per i più piccoli. Solitamente c’è più parcheggio e meno gente rispetto ad altri lidi, però ovviamente è un po’ più lontano dalla città (anche se il viaggio lungo la Baiona vale la pena: lasciando stare gli stabilimenti industriali sulla destra, alla vostra sinistra brillano le bellissime pialasse, che si possono visitare anche in barca e costeggiare in bicicletta, agevolmente anche con i bimbi).

Casalborsetti

Casalborsetti, confine nord del Comune di Ravenna, ha una sua aria un po’ selvaggia che stacca da quasi tutti gli altri lidi. Senza troppa gente e troppi confini di bagni e parcheggi può essere un modo alternativo e più libero di vivere il mare. Molti camping, molto verde e anche il piccolo canale di bonifica destra Reno ha il suo fascino. Anche qui area camper Top, a pagamento, e ben attrezzata.

Quindi a Ravenna, ovunque portiate i vostri bambini, “beccate bene”.

Pierpaolo Zoffoli