Raro esempio di architettura ecclesiastica rinascimentale a Ravenna, la chiesa fu costruita tra il 1553 e il 1606, in parte reimpiegando materiali recuperati dall’antica chiesa di San Lorenzo in Cesarea. La facciata settecentesca, in pietra d’Istria, fu progettata da Camillo Morigia.

MADONNA GRECA
Questo bassorilievo in marmo pario si conserva sull’altare maggiore della chiesa. Deve il suo nome alla tradizione che lo vuole miracolosamente trovato dai monaci sulle rive del mare I’8 aprile 1100, trasportato dagli angeli a Ravenna da Costantinopoli, dove infuriava l’iconoclastia.